Manpages

NOME

run-parts - esegue script o programmi in una directory

SINTASSI

run-parts [--test] [--verbose] [--report] [--lsbsysinit] [--regex=ER] [--umask=umask] [--arg=argomento] [--exit-on-error] [--help] [--version] [--list] [--reverse] [--] DIRECTORY

run-parts -V

DESCRIZIONE

run-parts esegue tutti i file eseguibili i cui nomi soddisfano i criteri descritti in seguito, che si trovano nella directory directory. Gli altri file e directory vengono silenziosamente ignorate.

Se non è specificata né l’opzione --lsbsysinit né l’opzione --regex, allora i nomi devono essere composti interamente di lettere ASCII minuscole e maiuscole, cifre ASCII, trattini bassi ASCII e trattini-meno ASCII.

Se viene specificata l’opzione --lsbsysinit, allora i nomi non devono terminare con .dpkg-old, .dpkg-dist, .dpkg-new o .dpkg-tmp e devono appartenere ad uno o più dei seguenti spazi dei nomi: lo spazio dei nomi assegnato da LANANA (^[a-z0-9]+$), gli spazi dei nomi riservato e gerarchico di LSB (^_?([a-z0-9_.]+-)+[a-z0-9]+$) e lo spazio dei nomi degli script cron di Debian (^[a-zA-Z0-9_-]+$).

Se viene specificata l’opzione --regex, i nomi devono corrispondere all’espressione regolare estesa personalizzata specificata come argomento di tale opzione.

I file vengono eseguiti in base all’ordine lessicale (secondo le regole di collazione dei caratteri della locale C/POSIX) dei loro nomi, a meno che non venga specificata l’opzione --reverse nel qual caso vengono eseguiti nell’ordine inverso.

OPZIONI

--test

stampa i nomi degli script che verrebbero eseguiti, ma non li esegue veramente.

--list

print the names of the all matching files (not limited to executables), but don’t actually run them. This option cannot be used with --test.

-v, --verbose

stampa il nome di ogni script su stderr prima dell’esecuzione.

--report

simile a --verbose, ma stampa solo il nome degli script che producono output. Il nome dello script viene stampato su stdout o stderr, a seconda su quale dei due lo script produce prima output.

--reverse

inverte l’ordine di esecuzione degli script.

--exit-on-error

termina non appena uno script restituisce un codice d’uscita diverso da zero.

--lsbsysinit

usa spazi dei nomi LSB invece del comportamento classico.

--new-session

esegue ciascuno script in una sessione di processo separata. Se viene usata questa opzione, uccidendo run-parts non si uccide lo script attualmente in esecuzione che verrà eseguito fino a compimento.

--regex=ER

convalida i nomi dei file rispetto all’espressione regolare estesa personalizzata RE. Vedere la sezione ESEMPI per un esempio.

-u, --umask=umask

imposta l’umask a umask prima di eseguire gli script. umask deve essere specificata in forma ottale. In modo predefinito è impostata a 022.

-a, --arg=argomento

passa argomento agli script. Usare --arg una volta per ciascun argomento che si desidera passare.

--

specifica che questa è la fine delle opzioni. Ogni nome di file dopo -- non verrà interpretato come un’opzione anche se inizia con un trattino.

-h, --help

visualizza informazioni sull’uso e termina.

-V, --version

visualizza la versione e il copyright e termina.

ESEMPI

Stampa i nomi di tutti i file in /etc che iniziano con «p» e terminano con «d»:

run-parts --list --regex '^p.*d$' /etc

COPYRIGHT

Copyright (C) 1994 Ian Jackson.

Copyright (C) 1996 Jeff Noxon.

Copyright (C) 1996, 1997, 1998 Guy Maor

Copyright (C) 2002, 2003, 2004, 2005, 2006, 2007, 2008, 2009 Clint Adams

run-parts è software libero; vedere la GNU General Public License versione 2 o successiva per le condizioni per la copia. Non c’è alcuna garanzia.

COMMENTS